Speeches

You are here: Home » Speeches

Chair Welcome: “BAWI 2017: Business Analysis for Change, Transformation and Innovation – Strategy through Gaming, Lean, Design Thinking”

CHAIRMAN: Prassede Colombo, IIBA® Italy Chapter President
Maurizio Garofalo, Deputy Director – Marketing & Communication of the IIBA®Italy Chapter

 


KEYNOTE: “Hero plan – Un percorso sistematico, lean e “gamificato” per disegnare la tua strategia vincente”

Speaker: Ugo Mendes Donelli, Business Model Innovator – Hugowiz

 

GAMING LEAN NEUROSCIENZA FOR STRATEGY ANALYSIS

HERO PLAN – OBIETTIVO: scoprire chi sono i potenziali clienti e quali sono i loro bisogni reali 

PIANO: progettare una proposta in grado di soddisfare le esigenze dei clienti

AZIONE: validare passo dopo passo tutti gli elementi che costituiscono il DNA della proposta.

THE HERO PLAN e unavventura che utilizza la GAMIFICATION, applicando elementi e dinamiche proprie dei giochi a processi non ludici, per facilitarne l’utilizzo e l’esecuzione da parte di qualsiasi profilo professionale

Scopriremo insieme attraverso il gioco (Game) chi sono i potenziali clienti e quali sono i bisogni reali per costruire una Strategia di Valore

INSIEME POTREMO:

– Comprendere le chiavi che definiscono una strategia vincente.

– Scoprire  il percorso che ci condurrà a progettare strategie di successo, come determinare il modello del cliente potenziale ed i suoi reali bisogni e come lavorare con sistematicità alla definizione di proposte differenziali rispetto alla concorrenza

– Comprendere la base neuroscientifica che governa il come ed il perché del memorabile e facilitare la trasformazione della nostra proposta differenziale, in un’esperienza memorabile.

-Scoprire il processo agile, sistematico e gamificato con cui promuovere l’innovazione e la trasformazione della nostra impresa alla ricerca di una crescita esponenziale.

-Apprendere e sperimentare l’uso di alcune armi gamificate che ci accompagneranno in questa avventura.

– Integrare l’utilizzo di strumenti quali il Business Model ed il Lean Canvas, con nuovi strumenti di marketing e strategia.

Sfide, sfide ed ancora sfide. Perché a lottare si impara solamente lottando

 

 

 

 


KEYNOTE: Digital Management usando Design Thinking: DESIGNERS vs SCIENTISTS

Speaker: Michael Robinson, CEO & Design Director – ED Design

 

Design Thinking

DESIGNERS            vs           SCIENTISTS

HUMAN EMOTIONS               NUMBERS & FACTS

Abstract

The Digital era is forcing every company, every manager, and every employee, to act faster, in order to avoid becoming obsolete. New thought processes are spreading rapidly throughout the world, to alleviate this transformation stress, offering unexpected results:

  • like greater user/client satisfaction
  • greater internal communication, and
  • faster solution generation for every problem, big or small.

Designers have used it for decades, but were considered “those weirdo creatives”. Now, Everyone is being asked to become a “weirdo creative”. All it takes is practice, and a drop of awareness, realizing the consequences of NOT embracing this vital transformation.

“Some mistakes will be made along the way. That’s good. Because some decisions are being made along the way. We’ll find the mistakes. We’ll fix them. And we’ll get on with the project as rapidly as possible.” Steve Jobs

Incontriamo Michael Robinson con il suo prototipo …

Alla scoperta del prototipo ED TORQ (Ital)

https://www.youtube.com/watch?v=0k4N2ZV_en4

VIODI interview 2016 (Eng) Open Architecture, Mobile Laboratory in Silicon Valley

https://www.youtube.com/watch?v=w0IHP3Lg1Uc

Chi è TORQ? Dossier Intervista a Michael Robinson (Ita)Michael Robinson, intervistato da Josè Citro, ci racconta cosa rappresenta per lui TORQ; una piattaforma mobile di sviluppo.

https://www.youtube.com/watch?v=TnHZT98Pjgo

 


KEYNOTE: Design Thinking for Business Innovation

Speaker: Michele Maritato, IIBA® Chair of the Board of Directors

Many organizations today are experimenting Design Thinking as an alternative approach to Problem-Solving.

Design Thinking is easy to learn but difficult to master. It requires a deep learning mindset, a broad repertoire of experiences and strong customer empathy capabilities, as the person is at center of the discovery process.

Through the consistent use of these underlying competencies Design Thinking address four sequential questions: what is the current reality? what can be the future? what ideas might work? what ideas really work?

 

Design Thinking always begins with a data gathering process, often using ethnographic techniques.

Then the future is envisioned and the new ideas become concrete in the form of prototypes which finally get tested in the real world.

A process of relentlessly iteration and continuous learning, this is the base of Design Thinking.

This presentation will explain the

principles of Design Thinking and how this approach can be used in process solving

especially for complex problems, the ‘wicked problems’, where no data or historical information can be used.

These characteristics make Design Thinking the perfect approach for true Innovation.

 


“WORKSHOP – Design Thinking & BA”

NTT DATA

 

Mettiamo in pratica il Design Thinking e ripercorriamo il processo di ideazione con la Business Analysis per coglierne l’essenza e realizzare il prodotto che crea il reale valore

Nel workshop ripercorreremo i 5 step del processo:

  • Empathize: per ottenere una comprensione empatica delle persone e capire il problema che stai cercando di risolvere
  • Define: analizzare le tue osservazioni e sintetizzarle per definire i problemi fondamentali
  • Ideate: ‘think outside the box’
  • Prototype: produrre una serie di versioni poco costose e ridotte del prodotto
  • Test: testare il prodotto completo utilizzando le migliori soluzioni individuate durante la fase di prototipazione


Disegneremo, entreremo in empatia con il nostro vicino di posto, formalizzeremo il nostro punto di vista sui suoi bisogni e ideeremo le soluzioni a lui più vicine.

 

L’obiettivo finale del processo è però, non solo creare una soluzione “desirable” dal punto di vista dell’utente finale, ma anche “feasible” dal punto di vista tecnologico e “viable” dal punto di vista del business.
Vedremo quindi un esempio di applicazione del Design Thinking per la creazione di nuovi modelli di business sfruttando le opportunità che i nuovi scenari di mercato offrono attraverso l’esperienza di workshop di innovazione NTT Data.

 


“WORKSHOP – Come determinare il valore percepito dei vostri beni, servizi e / o metodi, così come quelli dei tuoi competitor”

RETI

Perchè partecipare?

Per conoscere uno strumento ad elevato valore aggiunto, innovativo, coinvolgente, interattivo e improntato al visul management. Un tool attraverso il quale avviare e governare il processo di autovalutazione della  capacità interna di una organizzazione di garantire processi, beni e servizi innovativi allineati con le aspettative dei clienti (funzionali, emozionali e sociali) e competitivi rispetto alle migliori best practice del marcato di riferimento.

E’ questo il primo passo che consente poi di avviare un concreto percorso di innovazione che generi un reale valore aggiunto per l’organizzazione, per i clienti e per le parti interessate.

Agenda

  • breve introduzione
  • presentazione del tool
  • ambiti di applicazione: servizi, beni, metodi di marketing e processi
  • discussione finale

Organizzazione: in Campus abbiamo a disposizione una quindicina di tavoli (8 rotondi e altrettandi rettangolari) dove poter ospitare una decina di persone per tavolo: pensavamo di suddividere così i gruppi (in caso di numeri maggiori troveremo ulteriori supporti!)